Come scegliere un pellet di qualita’

Come scegliere un pellet di qualita'

Quando si ha una stufa o un termocamino a pellet  è molto  importante scegliere il miglior pellet in circolazione, selezionando il prodotto in grado di ottimizzare la resa calorica del proprio sistema di riscaldamento. Tuttavia,  per essere  sicuri di quale acquistare è importante sapere come sceglierlo.

La prima cosa da verificare per essere sicuri della qualita’ è il controllo delle certificazioni Europee, la quale definisce la provenienza, l’umidita’ , le ceneri e la durata meccanica.
Principalmente il pellet è suddiviso in 3 categorie :

1) Classe 1 : il migliore in assoluto, il potere calorifero è circa 4,6 kWh per Kg
2) Classe 2 : Qualita’ media, con un contenuto di ceneri non superiore a 1,2 %.

3) Classe B : Sicuramente tra i peggiori sul mercato secondo i riferimenti Europei, con un concentrato di ceneri fino al 2%, di conseguenza costringe ad una maggiore manutenzione piu’ frequente della macchina con maggiori costi per la gestione, annullando cosi’ il risparmio ottenuto nella fase di acquisto.
Un’altro fattore da tener di conto è la forma e la grandezza del pellet i quali non dovrebbero essere superiori a 6/8 millimetri di Diametro. Consiglio: Prendetene  una manciata ed immergeteli in acqua, un pellet buono  si dovrebbe sfaldare rapidamente perche’ vorra’ dire che ci sara’ poca colla che lo tiene unito. Con un pellet di scarsa qualita’ il calore generato sara’ inferiore e le ceneri molto superiori ed oltre alla manutenzione piu’ frequente ne risentira’ anche la durata della macchina.
Un pellet di qualita’ a nostro parere è questo : http://caverni.it/pellet/caverni-pellet-can-power/ Viene prodotto utilizzando esclusivamente segatura e truciolato di legno vergine proveniente da segherie certificate che rispettano i più alti standard qualitativi. Le caratteristiche vengono controllate regolarmente per assicurare un prodotto di qualità ottimale.

Questo sistema di riscaldamento è quasi sempre un’alternativa ecologica e economica.